Prestiti senza busta paga

prestiti2

Cosa sono i prestiti senza busta paga e come richiederne uno? Sempre più persone cercano un finanziamento online senza stipendio nè garanzie, per rispondere a questa domanda abbiamo creato un approfondimento sul tema basandoci sull’approfondimento sui prestiti senza busta paga presente sul portale di Prestitimag, blog che tratta della tematica dei prestiti personali e della cessione del quinto.

Ma ora bando alle ciance e rispondiamo a tutte le questioni principali riguardanti questa forma di finanziamento.

Prestiti senza busta paga

Richiedere un prestito in tempi di crisi economica sta diventando una vera e propria necessità. Molte famiglie arrivano a fine mese con difficoltà e se si presenta una spesa improvvisa, quale un figlio che si deve sposare o l’automobile da cambiare non si riesce ad affrontarne il costo. La richiesta di un prestito può essere una delle soluzioni possibili, ma se non si è lavoratori con regolare busta paga ricevere un prestito diventa alquanto difficile. Avere un lavoro fisso con regolare busta paga rappresenta una valida garanzia per una banca od una finanziaria che deve concedere il finanziamento. Purtroppo però le persone che sono costrette a richiedere un prestito nella maggioranza dei casi sono prive di non normale contratto lavorativo che comporta la presenza di una busta paga. Per questo motivo gli istituti bancari e le finanziarie hanno predisposto degli speciali finanziamenti denominati -senza busta paga, indirizzati a coloro che non hanno un consueto lavoro a tempo indeterminato. Ma questo tipo di prestito non è facile da ottenere, in quanto anche se privi di busta paga si chiedono delle valide garanzie sostitutive.

Cosa sono i prestiti senza busta paga?

I prestiti senza busta paga sono i prestiti concessi a soggetti che non avendo un contratto di lavoro continuativo sono però in grado di dimostrare di avere delle ottime garanzie alternative. Queste garanzie sono sostitutive della certezza che può dare una busta paga che il prestito sarà regolamente saldato. Una delle garanzie più solide per banche e finanziarie è la figura di un Garante che si accolli il debito qualora il soggetto che lo richiede non sia in grado di saldarlo. E’ ovvio che il Garante deve essere in grado di poter sostenere la restituzione del finanziamento. Spesso nel caso dei ragazzi giovani il Garante è uno dei genitori che funge da fideiussore per il prestito concesso, magari per l’acquisto della prima auto. Un’altra delle più importanti garanzie da presentare al fine di ottenere un prestito è la presenza di una proprietà sul quale poter aprire un’ipoteca. Se si è un lavoratore autonomo, imprenditore o professionista, si può presentare il proprio modello Unico della dichiarazione dei redditi per dimostrare la propria capacità di estinguere il debito. Anche un canone di locazione che si percepisce per una proprietà data in affitto è una buona garanzia per ottenere un finanziamento. Altre possibile e valide garanzie sono il percepire un assegno di mantenimento oppure avere una rendita regolare da capitale investito. In definitiva tutto quello che può dimostrare una solvibilità economica è utile a fungere da garanzia nella richiesta di un finanziamento.

Chi può richiederli?

In generale i titolari di una richiesta di finanziamento senza busta paga sono le fasce più deboli della popolazione, quali disoccupati, casalinghe, giovani, precari oppure liberi professionisti e imprenditori. Sono soggetti che in linea di massima richiedono piccoli finanziamenti per affrontare delle spese impreviste quali l’acquisto di un auto o mobili per la casa o attrezzi per svolgere il proprio lavoro. L’importante è sempre la validità delle garanzie che si portano per avvallare il finanziamento. Maggiori e più credibibili sono le garanzie più facile sarà la probabilità di ottenere il finanziamento.

Come richiederli?

Prima di presentare una richiesta di finanziamento senza busta paga è bene scegliere con attenzione la banca o la finanziara cui ci si rivolge. Altra norma di prudenza molto importante è valutare le condizioni con cui il prestito viene concesso, in particolare per quanto riguarda i tassi di interesse. A volte non sono molto vantaggiose. Una volta valutati questi fattori si può inoltrare richiesta di finanziamento motivando la domanda e dimostrando della validità delle garnzie portate a proprio vantaggio. Una richiesta priva della più piccola garanzia difficilmente sarà presa in considerazione dall’istituto a cui ci si rivolge per il finanziamento. Presentare delle domande ben corredate di tutti i documenti per dimostrare la propria capacità di restituire il debito permette di agevolare molto la richiesta di finanziamento inoltrata. Gli istituti bancari e le finanziarie sono molto attenti a chi concedono il prestito per essere certi di non concedere un finanziamento a cattivi pagatori ed andare così in perdita.

Conclusione

Riassumendo, i prestiti personali senza busta paga sono prestiti destinati a chi non ha un lavoro certificato da una regolare corresponsione di busta paga. E quindi:

-casalinghe
-disoccupati
-giovani
-lavoratori precari
-lavoratori autonomi
-liberi professionisti
-imprenditori

Come scritto nell’articolo di Marco Germanò sopra citato, per ricevere un prestito senza avere una busta paga ci si deve rivolgere ad un istituto bancario o ad una finanziaria. Nella richiesta di finanziamento si devono presentare garanzie alternative a quelle della busta paga, ad esempio:

-possesso di una casa di proprietà
-garante che agisca quale fideiussore
-percepire affitto da immobile locato
-assegno di mantenimento
-modello Unico
-altra garanzia che attesti la solvibilità del richiedente.

In conclusione possiamo affermare che ottenere un prestito anche se si è privi di busta paga è possibile ma con garanzie valide per un istituto bancario o una finanziaria. Importante è diffidare di chiunque conceda un prestito senza richiedere garanzie, probabilmente si cela un raggiro o il rischio di cadere in mano ad usurai.


Lascia un commento