Il Lavoro del Motion Designer

Il Motion Designer è un particolare lavoro, emergente sempre di più in Italia, ma nato a cavallo tra l’Inghilterra e gli Stati Uniti, che si occupa di creare sigle come quella dei telegiornali, degli spettacoli televisivi, dove vengono messe in risalto particolari aspetti a differenza di un Graphic Designer.

In pratica un Motion Designer č un Graphic Designer orientato al movimento, all’animazione, dove si focalizza dai titoli di un film, alle titolazioni, alle sigle di canali televisivi, telegiornali, rubriche o semplicemente nel logo animato come intro di un video aziendale.

 

Quali sono le competenze di un Motion Designer?

La figura del Motion Designer ha svariate competenze quali:

  • conoscenza dei principi di animazione;
  • storytelling;
  • illustrazione;
  • teoria e pratica del layout e della composizione grafica;
  • teoria e pratica del colore e della tipografia;
  • gestione di flussi audio da sincronizzare con le animazioni;
  • conoscenza di software sia 2D che 3D.

 

Non tutte queste competenze sono necessarie al 100%, ma per avere una visione più chiara possibile del lavoro e poter apportare un proprio contributo attivo al progetto cambiano significativamente le dinamiche del flusso di lavoro.

Ad esempio gran parte del lavoro a livello di storia, illustrazione, colore e tipografia puň benissimo essere gestito da un Art Director e quindi delegato ad un illustratore e ad un copywriter, mentre tutto il comparto specifico dell’animazione degli elementi creati viene gestito dal Motion Designer.

 

Quali software utilizza un Motion Designer?

Un Motion Designer utilizza svariati software per raggiungere gli obiettivi prefissati. I più utilizzati sono:

Per il 2D:

  • Photoshop,
  • Illustrator,
  • Premiere Pro
  • After Effects.

Per il 3D:

  • Blender,
  • Cinema 4D,
  • 3D Studio,
  • Maya.

Inoltre assieme a questi software possiamo aggiungere Audition, Audacity e Logic Pro per la musica e gli effetti sonori, in quanto un Motion Designer si occupa sia del reparto video ma anche del reparto Audio che combinati assieme nelle tempistiche e quindi sincronizzazione, per ottenere un effetto di alto impatto.

 

Il Motion Designer e il Marketing

Il Motion Designer lavora in gran parte delle volte per agenzie di comunicazione, le quali forniscono lavori e possibilitŕ, creando un flusso costante di lavoro nel tempo. Non č cosě in tutte le situazioni, ma va da sé che questo tipologia di lavoro ha un legame indissolubile col Marketing.

Considerando che lavorando a stretto contatto con agenzie di comunicazione per promuovere servizi, beni e prodotti di clienti, il Motion Designer inoltre se conosce alcune delle regole base del Marketing e della persuasione ha la possibilitŕ di anticipare un poco i tempi.

Ad esempio conoscere le regole di persuasione che Robert Cialdini cita nel suo famosissimo libro Le armi della Persuasione, permettono di avere una marcia in più per poter sviluppare un video convincente e coinvolgente, poiché si va a lavorare sulle leve psicologiche che sviluppano le emozioni, ovvero il punto più importante che una Agenzia di Comunicazione ambisce, poiché dall’emozione scaturisce un’azione: che sia di associarsi con l’immagine del prodotto, che sia di comprarlo e di condividerlo con altri coetanei, il messaggio ha raggiunto la destinazione prefissata.

In conclusione il Motion Designer č un lavoro che se visto da vicino racchiude in sé moltissime competenze le quali forniscono, nell’esperienza che si crea nel corso del tempo, una base solida dalle quali poter sviluppare video sempre più avvincenti e che trasmettono un significato sempre più chiaro.


Lascia un commento